Il Festival Exister verso l’Infinito e…DANZA!

Il Festival Exister verso l’Infinito e…DANZA!

Giunto al suo 11° compleanno, il Festival Exister, realizzato da ArtedanzaE20 nell’ambito del progetto DANCEHAUS più, si trasforma sempre più in un contenitore dedicato alla giovane coreografia, alla ricerca e all’innovazione, diffuso su tutto l’anno con un appuntamento pre-primaverile e uno autunnale.

Una trasformazione che vede neI simbolo dell’infinito, questo otto rovesciato in posizione orizzontale, anche un ritorno alle origini e una continuità con il passato. Le prime tre edizioni del Festival, 2007-2008-2009, nascevano infatti con la volontà di offrire al pubblico milanese la possibilità di frequentare spettacoli di danza di qualità e importanti prime nazionali lungo un periodo di tempo più esteso rispetto alla consuetudine dei short format festivalieri.

Questa edizione pre-primaverile, ospitata all’interno del Teatro Fontana di Milano e degli spazi di DanceHaus, prevede nel mese di marzo tre serate dedicate alla giovane coreografia con i lavori di Erika Silgoner/Esklan (14 marzo), Fabrizio Calanna/Compagnia VuotoPerPieno (15 marzo) e Diego Tortelli/Dedalo Project (16 marzo).

Erika Silgoner, catanese di nascita, danzatrice di eleganza assoluta e coreografa tra le più creative del panorama internazionale, presenterà al Teatro Fontana la creazione “4 John”, un omaggio al geniale compositore americano del ‘900, John Cage. Uno studio sul suono, sull’assenza di suono e sulle reazioni al suo stesso in cui il pubblico avrà la possibilità di diventare parte attiva dello spettacolo. La seconda serata, sempre al Teatro Fontana, vedrà in scena il lavoro di Fabrizio Calanna, anch’egli catanese, danzatore e coreografo estroso, la cui ricerca è tutta dedicata alla contaminazione dei linguaggi artistici. Nel suo “L’ultimo Bohémien e la Lumaca”, la fonte d’ispirazione è un altro grande compositore del secolo passato, l’autore delle famose Gymnopédies, il francese Erik Satie. Sospeso tra sogno e realtà, il coreografo elabora una drammaturgia i cui personaggi sembrano abitare un luogo fantastico, il rifugio dell’artista, lontano dalle banalità della vita quotidiana. Diego Tortelli, giovane promessa della scuderia Aterballetto, sceglie invece il mito greco come cornice psicologica della sua opera: “Pasiphae”. Selezionato all’ultima Vetrina della giovane danza d’autore XL di Ravenna, lo spettacolo, che si terrà in DanceHaus, racconta quell’anelito che spinge l’uomo oltre i suoi limiti attraverso l’estrema distorsione del movimento, la parziale disumanizzazione dei performers, l’uso di maschere e di frequenze sonore vicino alla soglia di udibilità.

A queste tre proposte si aggiunge un doppio appuntamento (16 marzo) con lo storico Spellbound Contemporary Ballet del coreografo romano Mauro Astolfi. In scena, subito dopo il lavoro di Tortelli in DanceHaus, due brevi performance: “Small Crime” e “The Hesitation Day”. La prima indaga le pericolose conseguenze delle azioni umane quando un sentimento non ricambiato trasforma il “non corrisposto” in una specie di “angelo vendicatore”. La seconda è invece una riflessione attorno al verbo “esitare”: esitare come essere e mostrarsi incerto per dubbio e sospetto ma anche esitare nel senso di far uscire, far giungere qualcosa a destinazione. È in questo particolare stato che l’uomo si apre a nuove ed impreviste possibilità.

Con queste prime tre serate il Festival, nato per volontà di Annamaria Onetti che ne ha curato la direzione artistica in tutti questi anni, inaugura una nuova e importante stagione per DANCEHAUSpiù, il Centro di Produzione della danza di Milano di cui il Festival Exister/ArtedanzaE20 è partner e fondatore assieme a DanceHaus Susanna Beltrami e l’Associazione ContArt diretta da Matteo Bittante.

TEATRO FONTANA
VIA GIAN ANTONIO BOLTRAFFIO 21, MILANO

DANCEHAUS
VIA TERTULLIANO 70, MILANO

PROGRAMMA

MERCOLEDÌ 14 MARZO, ORE 20.30
C/O TEATRO FONTANA
ERIKA SILGONER, ESKLAN
4 JOHN

GIOVEDÌ 15 MARZO, ORE 20.30
C/O TEATRO FONTANA
FABRIZIO CALANNA, COMPAGNIA VUOTOPERPIENO
L’ULTIMO BOHEMIEN E LA LUMACA

VENERDÌ 16 MARZO, ORE 20.30
C/O DANCEHAUS
MAURO ASTOLFI, SPELLBOUND CONTEMPORARY BALLET
SMALL CRIME

DIEGO TORTELLI, DEDALO PROJECT
PASIPHAE

MAURO ASTOLFI, SPELLBOUND CONTEMPORARY BALLET
THE HESITATION DAY

 

Festival Exister-2

Festival Exister-795x300

Festival Exister-1