È in edicola e online il numero 12 di HESTETIKA, magazine che nelle sue 144 pagine e negli oltre 30 articoli raccoglie e racconta il nuovo che avanza nel mondo dell’arte e del design, dando visibilità alle eccellenze nei vari campi artistici.

La cover story è dedicata a uno dei capisaldi dell’impressionismo, Pierre-Auguste Renoir, in mostra presso la Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Torino con le eccezionali collezioni provenienti dal Musée D’Orsay e del Musée de l’Orangerie di Parigi.

È invece la pittura astratta di Kandinsky a impreziosire le sale di Palazzo Reale a Milano con un’importante retrospettiva monografica che presenta oltre 200 opere dalla collezione del Centre Pompidou di Parigi, occasione per noi per ripercorrerne la vita e la sua teoretica artistica. Ed è sempre Palazzo Reale a ospitare anche la mostra su Andy Warhol, 160 opere minuziosamente scelte dalla collezione del suo amico Peter Brant.

Anche Van Gogh è al centro dell’attenzione, grazie all’esposizione presso la National Gallery di Londra per la prima volta in 65 anni di due delle cinque versioni esistenti dei suoi celebri “Girasoli” (oltre alla copia della pinacoteca di Trafalgar Square, anche quella del Van Gogh Museum di Amsterdam); inoltre, un’analisi attenta del suo quadro ritrovato, “Tramonto a Montmajour”, realizzato nel 1888 e andato perduto per un secolo e finalmente identificato dal Van Gogh Museum.

Molte le interviste presenti: Jamie McCartney, noto per il suo “The Great Wall of Vagina”, capace di colpire, sconvolgere e far riflettere lo spettatore; Laura Fiume, figlia del grande maestro Salvatore, ci racconta come è nata la sua passione artistica e l’intenso rapporto col padre; Hou Hanrou, inuovo direttore artistico del MAXII, ci spiega le soluzioni e le idee per rilanciare il museo romano, attraverso la sua vasta esperienza mondiale nel campo artistico e museale; il notoDario Ballantini ci illustra la sua arte pittorica, vero asso nella manica del suo estro artistico; ed è invece arte dissacratoria, ma non meno efficace ed espressiva, quella di Max Papeschi, nemesi dei luoghi comuni e delle ideologie; ci racconta la bellezza e la ricchezza della sua terra invece Gianna Gancia, la giovane Presidente della Provincia di Cuneo; è la street art al centro dell’intervista a Frankie HI-NRG MC, rapper e artista, sempre diretto e sincero in ogni sua forma espressiva.

E sono molti altri gli artisti italiani giovani e poliedrici che trovano spazio sulle nostre pagine, da Nicola Felice Torcoli (e la sua pittura-installazione dall’“effetto Lego”) a Davide Iodice (alfiere del concept di “arte collettiva”), da Beppe Giacobbe (illustratore noto in tutto il mondo e che per noi ha appositamente realizzato un inedito) alla fotografia essenziale, diretta ed emotiva di Luca Cassarà.

Fra le mostre da non perdere, “Hello my name is Paul Smith” al Design Museum di Londra rende omaggio al percorso creativo quarantennale del fashion designer; non manca un’analisi retrospettiva del Pavilion of Art and Design (PAD) e il Frieze Art Fair, tenutisi a Londra lo scorso ottobre e che hanno richiamato centinaia di migliaia di esperti d’arte e semplici curiosi, grazie ad highlights come il designer californiano Rick Owens (che ora si è dedicato anche al design di forniture) e il duo berlinese Elmgreen & Dragset; siamo andati inoltre a percorrere i vasti spazi del MAST (Manifattura d’Arte, Sperimentazione e Tecnologia) di Bologna, un complesso polifunzionale che è sede della fondazione di Coesia, e “Osmosis”, mostra degli studenti del LUISS Master of Art che si è tenuta negli spazi della stazione Tiburtina di Roma.

Immancabili infine le rubriche: le ultime news dal mondo dell’arte, motori, orologi, Hi Tech.

1. DEFINITIVA WILLOX-795x300

Seguici su Instagram