Ecco una preview di quello che troverete in questo numero

HESTETIKA N. 20 è IN EDICOLA E SU APPLE STORE
BOTTICELLI, GILLO DORFLES, SPECIALE ARCHITETTI, FRATELLI BOGA…

È in edicola e su Apple Store il numero 20 di HESTETIKA, il magazine che, nelle sue 180 pagine e gli oltre 30 articoli, raccoglie e racconta il nuovo che avanza nel mondo dell’arte e del design, dando visibilità alle eccellenze nei vari campi artistici con un occhio di riguardo ai nuovi talenti.

La cover story presenta “Homini”, la serie dei Fratelli Boga che indaga il rapporto uomo-natura attraverso l’uso del ferro come materia prima, per un risultato essenziale ed emozionale, alla portata di tutti e massima espressione di forma e dinamismo. Le sculture, in un esclusivo servizio fotografico, sono ritratte associate alle muse ispiratrici, ottenendo contrapposizioni tra forme e corpi, tra pensiero e gesto, tra immagine e realtà. Una collezione ammirabile nella collettiva “Silences”, ospitata fino al 31 marzo al Nhow di Milano (della quale è presente un focus all’interno di questo numero), e, nello stesso mese, presso la Galleria Amy-d Arte Spazio.

Fra le migliori retrospettive di questi giorni, Botticelli Reimagined al V&A di Londra, per esplorare l’influenza del Maestro fiorentino nell’arte degli ultimi 5 secoli; la grande retrospettiva dedicata al padre dell’Art Brut Jean Dubuffet presso la Fondazione Beyeler di Basilea; “Lo Splendore di Venezia. Canaletto, Bellotto, Guardi e i vedutisti dell’Ottocento” a Palazzo Martinengo di Brescia con alcuni dei migliori dipinti del XVIII e XIX secolo che ritraggono tutta la magia della città lagunare; “Vogue 100: A Century of Style” alla National Portrait Gallery di Londra, per celebrare un secolo della versione britannica della rivista di moda n.1 al mondo; “Human+”, invece, presso il Centre de Cultura Contemporània de Barcelona, esplora il significato di essere umano oggi e nel futuro, con le possibilità del corpo e della mente, in relazione a temi etici anche controversi. “Gillo Dorfles. Essere nel tempo” è invece la mostra al MACRO di Roma curata da Achille Bonito Oliva con oltre 100 opere dell’artista e critico d’arte triestino, protagonista anche del libro edito da Skira e curato da Luigi Sansone “Gli artisti che ho incontrato”.

Lo speciale tematico di questo numero di Hestetika è dedicato all’architettura, in particolare nel suo rapporto con l’arte, partendo dal modello di città ideale che richiama gli studi urbanistici di Leon Battista Alberti sul tema dello sviluppo urbanistico della città quattrocentesca fino a un focus sui nuovi musei che rispondono a inediti dettami eco e green, passando per esempi di architetti italiani apprezzati per le loro vision all’avanguardia e allo stesso tempo rispettose dell’ambiente e della comunità: la progettualità incentrata sul recupero del tempo di Luca De Risi, l’architettura leggera e luminosa di Vittorio Grassi, l’arte visionaria di Duilio Forte, la città ideale di Gino Guarnieri.

L’occhio attento e curioso di Hestetika si posa su alcuni degli artisti stranieri più interessanti del nostro tempo: Angela Lyn e la sua pittura misteriosa e ammaliante, Erik Jones e i suoi quadri onirici, sospesi fra sogno e realtà e ordine e disordine, David Drebin e i suoi scatti capaci di portarci nel paese delle meraviglie, il ticinese Marco Scorti e le sue tele capaci di catturare memorie e quotidianità, Marc Duran e le sue sinfonie caleidoscopiche.Tra gli artisti di casa nostra, interviste ad Alberto Cini, capace di unire parole, poesia e pittura, a Luca De March con il suo realismo applicato, a Giordano Montorsi e la sua arte carica di valenze simboliche; porta invece la firma di Bob Krieger il progetto “Dinner in ten”, una sfida colta da Expo 2015, e che vede protagonisti dei suoi scatti 10 chef stellati.

Immancabili infine le rubriche: le ultime news dal mondo dell’arte, motori, orologi, Hi-Tech.

Cover_White2

Seguici su Instagram