È in edicola dal 4 ottobre il settimo numero di HESTETIKA, il magazine che raccoglie e racconta il nuovo che avanza nel mondo dell’arte e del design. Una nuova concezione di magazine che ha come scopo quello di dare visibilità alle eccellenze nei vari campi artistici.

Nelle sue 144 pagine e negli oltre 30 articoli, anche in questo numero Hestetika esplora l’arte in tutti i suoi aspetti e declinazioni: finanza, musica, design, moda, lusso, hi tech, gusto, architettura, viaggi; in questo numero, la cover story è dedicata al pittore Francesco Hayez, capace come nessun altro di ritrarre corpi e volti femminili in un contesto di arte e romanticismo commovente e passionale, fino a renderle delle vere e proprie “muse” ammalianti e, soprattutto, attraverso metafore criptiche, a lanciare messaggi rivoluzionari per cambiare lo status quo. Ne è un chiaro esempio l’opera in copertina, “La meditazione” (1851).

Altri protagonisti indiscussi di questo numero sono l’opera totale e ricca di significati e decodifiche di Emilio Tadini, pittore poeta, romanziere, critico, a cui la Fondazione Marconi dedica a dieci anni dalla sua scomparsa la nuova monografica all’interno dei propri spazi; o gli scatti di vera e propria arte contemporanea di David LaChapelle, il fotografo più amato dallo Star System, alla ricerca di vizi, fissazioni ed eccessi, ora in mostra presso il Lucca Center of Contemporary Art; a proposito di esposizioni, non manca anche un focus su quella che si tiene alla National Gallery, “Sedotta dall’Arte: Fotografia del passato e del presente”, dove si analizzano i legami che uniscono pittura antica e fotografia.

Il viaggio nella creatività artistica prosegue poi con interviste vis-à-vis a Ester Grossi, giovane artista impegnata fra pittura, illustrazione e design, a Paolo Maggio, tra gli esponenti più interessanti della nuova generazione dell’arte contemporanea, e a Matteo Pericoli, architetto e illustratore che presenta il suo originale progetto “Windows on the World”. Esclusiva anche l’intervista all’affascinante principessa Alia Al-Senussi, filantropa e mecenate, attualmente nel Patrons Advisory Board di Art Dubai.

All’interno anche uno special sul Costume Design: prima con un focus sulla mostra dei più famosi costumi di Hollywood presso il Victoria and Albert Museum e poi con un’intervista a una giovane ma già affermata costume designer, Giulia Scimieri; per la moda, spazio alla fresca e contagiosa creatività di Francesca Costa (il suo stile “vittoriano” è protagonista di un servizio fotografico nell’elegante cornice di Villa Litta di Lainate) e della fashion designer serba Ana Ljubinkovic.

Da segnalare anche l’analisi del Martini Hospital di Groninga, chiaro esempio di edilizia ospedaliera flessibile e modulare, uno speciale sull’arte in curva, dove le coreografie da stadio diventano vere opere d’arte e il food design delle olandesi Keukenconfessies, capace di elaborare il piacere del cibo e declinarlo in ogni suo aspetto, da quello estetico a quello sociale.

Immancabili infine le rubriche, dedicate alle scarpe, ai motori (Volvo), agli orologi e all’Hi Tech, oltre alle ultime news sul mondo dell’arte.

Cover_White2

Seguici su Instagram