Proseguirà fino al 21 ottobre presso l’Accademia Carrara la mostra “Arte di Moda – Giardini di Seta. Vittorio Accornero per Gucci”, 35 foulard originali disegnati per la maison fiorentina da uno dei protagonisti dell’illustrazione italiana del Novecento, accostati a una selezione di dipinti della collezione bergamasca.

Un dialogo iconografico che lega arte e moda in un percorso unico, declinato in un confronto fra epoche e scenari. Il progetto è realizzato in collaborazione con BE-STILE di Sara Mano e Silvia Mascheretti.

Il mondo sottomarino dei Coralli (1968) di Vittorio Accornero affianca i gioielli di Ritratto di bambina di casa Redetti (1579 circa) di Giovan Battista Moroni, l’intreccio di foglie, bacche e rampicanti e gelsomino di Fiori invernali (anni ’70) si ritrova nella Sacra Famiglia con Santa Caterina d’Alessandria (1533) di Lorenzo Lotto. Il paesaggio collinare, popolato da alberi e arbusti e dominato sullo sfondo da architetture turrite, accomuna Padiglione (1960-1965) e Orfeo ed Euridice (1510 circa) di Tiziano. L’iconico Flora, creato nel 1966 per Grace Kelly e caratterizzato da 9 bouquet di fiori tra cui campeggiano farfalle e libellule in mostra accanto alla fragilità della bellezza di Vaso di fiori con anello e pietre preziose (1612) di Jan Brueghel il vecchio.

ARTE di MODA
Fino al  21 ottobre 2019
Accademia Carrara Bergamo
piazza Giacomo Carrara, 82 Bergamo
www.lacarrara.it

Tag

Accademia Carrara Bergamo Gucci