L’arte e la cultura sono uno strumento potente per rimanere uniti e superare insieme un momento così difficile e fuori dall’ordinario come quello attuale.

In attesa quindi di poter riprendere il suo programma, il Centro Pecci presenta il palinsesto Centro Pecci Extra: la WebTv del Centro – che a partire dal 2016 ha portato il Pecci fuori dalle sue mura – viene oggi potenziata, offendo l’occasione di entrare in contatto con le attività del Museo anche ora che non è possibile frequentarlo fisicamente.

Dal 15 marzo, ogni giorno, il Centro Pecci pubblica online un contenuto nuovo – approfondimenti sulle mostre in corso, video d’artista, materiali d’archivio montati per l’occasione, film passati in programmazione nel suo cinema, contributi di scrittori, artisti, critici – tenendo aperte virtualmente le sue porte e restando vicino al suo pubblico, per mettere in moto l’immaginazione e continuare a proporre nuove immagini e nuove idee. 
 
Centro Pecci WebTv è una piattaforma digitale di approfondimento e ricerca che da quattro anni raccoglie molteplici contenuti video relativi a mostre, collezioni, talk, performance, concerti, materiali d’archivio e a tutte le attività artistiche curate dal Centro. Tra i format del nuovo palinsesto, Pecci Vintage rilegge i grandi momenti del passato, Pecci Contemporary le mostre del presente, la sezione Live presenta le arti performative a largo spettro. Poi ancora gli Shortcuts, i Talks, Dicono di noi, InToscana.
 
Il palinsesto Centro Pecci Extra è iniziato con un contenuto speciale: l’anteprima di Centro Pecci 30×2. 30 anni x 2 minuti, un film di montaggio di Maria Teresa Soldani dedicato alla storia del museo e realizzato con materiali dell’archivio del Centro: interviste, backstage, immagini delle mostre, dei concerti, degli incontri che hanno animato l’attività del Centro Pecci negli ultimi 30 anni. Da Mario Merz a Barbara Kruger ad Anish Kapoor, da Merce Cunnigham a Wim Mertens, da Germano Celant a Vito Acconci, da Fellini a Ettore Sottsass: un caleidoscopio di facce, immagini parole che restituisce la vibrante realtà della prima istituzione dedicata in Italia al dialogo tra tutte le arti contemporanee. Poi The Missing Planet. Visioni e revisioni dei tempi sovietici, un approfondimento sulla mostra in corso, curata da Marco Scotini e Stefano Pezzato, dedicata all’arte post-sovietica delle collezioni del museo; i Calexico, la band di Tucson, Arizona, protagonista di un memorabile concerto al Centro Pecci nell’estate 2018; il film di Anna Kauber In questo mondo, miglior documentario italiano al 36° Torino Film Festival, prodotto da Laura Borrini per Solares Fondazione delle Arti,  che racconta la vita delle donne pastore in Italia;
Tutti i contenuti sono disponibili e possono essere consultati liberamente nell’archivio di Centro Pecci WebTv https://www.centropecci. it/it/webtv
 
Per scandire il tempo, in questo momento di sospensione, e mandare un segnale anche fisico e non solo digitale di vitalità, di resistenza e solidarietà Centro Pecci Extra vedrà sventolare ogni settimana una diversa bandiera d’artista all’esterno del museo: la prima è Shine di Marinella Senatore, artista che presto vedrete nella collettiva Protext! Quando il tessuto si fa manifesto, cui seguiranno le bandiere di Nico Vascellari, Marzia Migliora, Eva Marisaldi.

#centropecci
#centropecciextra
#centropecciwebtv
#iorestoacasa
#museichiusimuseiaperti

 

Tag

Centro Pecci Centro Pecci Extra iorestoacasa