Inaugura il 19 settembre presso lo Studio Lombard DCA di Milano la personale di Mariella Ghirardani. In mostra lavori, pittura, scultura e carte dell’artista milanese d’adozione.

La mostra, curata di Anna d’Ambrosio, prende il titolo da un omaggio a Gregory Bateson e al suo pensiero, alla credenza che le idee siano in un certo    modo esseri viventi, soggette a una peculiare selezione naturale e a leggi economiche che regolano e limitano il loro moltiplicarsi entro certe regioni della mente. 

Ecco come l’artista racconta le sue opere attraverso le parole di Amarcord di Hidetoshi Nagasawa

La mia ricerca si fonda sulle idee , ma non so fino a quale punto possa sviluppare il mio viaggio mentale e la mia battaglia con le idee . Gli artisti ne sono alla ricerca e non è  facile averne . Ad avere belle idee sono sempre stati pochi , quasi nessuno . Molti usano droghe , alcol , metodi piuttosto stupidi di stancarsi sperando che arrivi una strana immagine credendo sia quella l’idea. Ma la ricerca è molto più profonda e complessa. Se sei malato vengono pensieri , sogni strani , non idee. Spesso mi spingo così lontano , perché è un viaggio senza strada e se riesco ad attivare al punto giusto , trovo idee. Il problema è ritornare. Molte volte gli artisti , non riuscendo a tornare indietro, si perdono .

Mariella Ghiradani è nata a Parma, vive e lavora a Milano.
Allieva dello scultore Hidetoshi Nagasawa e del critico d’arte Jole De Sanna, che ne hanno curato la formazione alla Casa degli Artisti negli anni Ottanta, nel corso del tempo Ghirardani ha elaborato una visione lieve e ironica del dato reale, del mito e della natura. 
Tra le principali esposizioni personali sono da ricordare quelle alla Casa degli Artisti, a Milano, nel 1985, 1988, 1997, 2000; alla Galleria Marianne Maier, a Milano, nel 1995; alla Galleria Fabia Calvasina, a Milano, nel 1997; allo Spaziotemporaneo, a Milano, e allo Studio Cristina Del Ponte, Locarno (CH), nel 2002.Collettiva  a cura di J. Gachnang Les  Halles .Porrentuey (CH) 2003 .Catalogo con testi di L.Fabro , J.Gachnang , L. Trombetta  .aBertonico –Jole de Sanna 2005. Antico Arsenale  Bertonico Lodi 2005 ( per Jole de Sanna) ..Artistas Italianos  por Artistas Brasileiros a cura di G.Ferreira Museu do Telephone Rio de Janeiro(B)1999.Catalogo con testo  di G.Ferreira. Ad usum fabricae a cura di T.Catalano ex Accademia di Belle Arti Aquila 1995. Laboratorio Pietrasanta per l’Albero di Nagasawa alla città studi di Tokio 1983. Casa circondariale Beccaria  , docenza di scultura (Anno scolastico  1997) a cura di Accademia di Brera .
Partecipa alla XL Esposizione Biennale Internazionale d’Arte, Magazzini del Sale, Venezia, nel 1982 e alle principali mostre realizzate a cura della Casa degli Artisti, sia a Milano che in altre sedi. Tra le esposizioni collettive alle quali è invitata da ricordare: Fabbrica. Nuova arte contemporanea, ex Fabbrica Mida, Brescia, nel 1989; Trattative con Euclide, nel 1992, Disordine nel 1993, e Le ombre nel cassetto nel 1994, allo Spaziotemporaneo, Milano; Scossa, Care/of, Cusano Milanino, (MI), nel 1994; Immagine rinnovata, Antico Monastero delle Agostiniane, Monte Carasso, (Bellinzona – CH), nel 1999; Segno e Materia, Villa Borromeo, Senago (MI), nel 2004 e la presenza alla XIII Biennale Internazionale di Scultura di Carrara nel 2006. Si ricordano anche: personale Occhio di strega, 14 febbraio-14 marzo 2007, galleria Spaziotemporaneo, via Solferino 56, Milano, a cura di Federico Sardella; Personale Mariposa, 17 ottobre-17 novembre 2012, galleria Spaziotemoraneo, via Solferino 56, Milano, a cura di Federico Sardella; collettiva alla fondazione Mudima la Mente e il Giudizio, 12- 23 dicembre 2013, via Tadino 26 Milano; collettiva KattenKabinet, 18 maggio 2016, MARS, via Guinizzelli 6, Milano; No Place 2, castello di Fombio (Lodi) 12 marzo 2016; in principio è la Terra, forte di Gavi (AL), 27 maggio-15 settembre 2016. Febbraio 2017 personale ” IL disegno dell’acqua ” presso AMY D Arte Spazio MI a cui seguirà sempre da AMY D Arte Spazio Milano  ” Perlux 8300 _la natura intima della materia ” dell’ottobre 2017 con la sperimentazione dell’artista di smart materials.

 

 

Tag

Mariella Ghiradani Studio Lombard DCA