Linee. Mario Raciti e Valdi Spagnulo a cura di Lorenzo Fiorucci e Luca Pietro Nicoletti; Visioni di taglio. Alessandro Gioiello a cura di Alessandro Botta e Luca Pietro Nicoletti; Sguardi nuovi per antiche stanze a cura di Luca Pietro Nicoletti, con la collaborazione di Martina Bortoluzzi, arricchita, dopo il successo dello scorso anno, da due opere di Picasso, esposte per la prima volta, realizzate con il “maestro del vetro” Egidio Costantini negli anni ’50 e ’60 del Novecento.

Le mostre:
Linee. Mario Raciti e Valdi Spagnulo
A cura di Lorenzo Fiorucci e Luca Pietro Nicoletti
Ala espositiva – piano terra

La mostra propone un dialogo fra artisti di generazioni differenti attivi a Milano: Mario Raciti e Valdi Spagnulo. Non dunque due artisti assortiti con due mostre nello stesso luogo, ma due linguaggi chiamati a provocare un cortocircuito formale e poetico entro una cornice storicamente ben connotata. Accomunati da una ricerca sviluppatasi intorno alle possibilità di un racconto astratto attraverso la pittura (Raciti) e la scultura (Spagnulo), il dialogo che la mostra cerca di stabilire fra loro, nonostante la distanza di medium artistico, vuole evidenziare una riflessione intorno al tema della leggerezza.

Ogni Domenica fino al 27 Ottobre 2019

Visioni di taglio. Alessandro Gioiello
A cura di Alessandro Botta e Luca Pietro Nicoletti
Ala delle donne – piano nobile

In linea con lo spirito che aveva animato Espace Kiron a Parigi fra gli anni Ottanta e gli anni Duemila, Fondazione Augusto Rancilio dà spazio alla giovane arte contemporanea presentando il lavoro di Alessandro Gioiello e la sua indagine visiva intorno al linguaggio e al consumo delle immagini fatta attraverso la reinvenzione iconografica e materiale della lezione degli antichi maestri. Il visitatore potrà apprezzare i due principali filoni della ricerca di Gioiello intorno alla tecnica del collage.

Ogni Domenica fino al 27 Ottobre 2019

Sguardi nuovi per antiche stanze
A cura di Luca Pietro Nicoletti; con la collaborazione di Martina Bortoluzzi
Piano nobile

Prosegue, dopo il successo del 2018, la selezione di opere degli artisti più rappresentativi della cospicua collezione radunata a Parigi da Espace Kiron a partire dagli anni Ottanta: Antoni Taulé, Pierluigi Bellacci, Peter Deckers in arte Varozza, Jean-Luc Guérin e André Queffurus, Emanuele Gregolin. La mostra sarà arricchita da una nuova sezione assolutamente eccezionale: saranno esposte per la prima volta due opere di Picasso realizzate con il “maestro del vetro” Egidio Costantini negli anni ’50 e ’60 del Novecento,Flamenco e Centauro Testa. Inoltre, si potrà osservare una fotografia originale di Picasso con Egidio Costantini e l’opera Flamenco.

Ogni Domenica fino al 15 dicembre 2019

VILLA ARCONATI-FAR
Fondazione Augusto Rancilio
Via Madonna Fametta 1,
Castellazzo di Bollate (MI)

 

Tag

Villa Arconati