ANISH KAPOOR, GIUSEPPE PENONE E CARSTEN HÖLLER IN BASILICATA

 

Queste vacanze di Natale mi hanno portato a fare una nuova conoscenza o meglio una “ri-conoscenza”: la Basilicata. Io sono lucana, sono andata via da molto tempo e vivendo a Milano spesso dimentico quei profili naturali di un territorio dalla bellezza incontaminata. Questa è l’occasione per parlare di un luogo, ma non solo, l’occasione per parlare di persone che Cristo cercano di portarlo a tutti i costi oltre Eboli. Con gioia e sincero orgoglio voglio raccontare il mio incontro con il Presidente dell’Associazione ArtePollino: Gaetano Lofrano che mi ha dedicato tempo, raccontandomi l’esperienza titanica di portare l’arte contemporanea in luoghi dove le persone vivono ancora il passato come fonte di sicurezza ma, che non restano indifferenti e quindi, ne sono certa, alla fine si accorgeranno di essere spettatori del futuro.

Il luogo scelto è il parco Nazionale del Pollino, il più grande parco naturale d’Italia. I nomi dei protagonisti che hanno realizzato le opere hanno fama mondiale e la perfetta sensibilità di ognuno si è sposata perfettamente con il territorio. Sorprendente poter entrare in una gigantesca scultura di Anish Kapoor che ha “ferito” la terra per dar vita a un’apertura sotterranea nel suo “Cinema di Terra”. 45 metri di lunghezza e uno “schermo” che entra nel terreno, si può scendere dai due lati e sentirsi sotto la terra e guardare il cielo da un punto di vista inusuale. Kapoor, vincitore della 44° e 45° Biennale di Venezia, vincitore del Turner Prize e i due “Premio Duemila” è un’artista presente nei più importanti musei del mondo: Tate Modern di Londra, Moma di New York ecc. In questa occasione ha scelto come luogo Latronico, nella zona del complesso termale per realizzare la sua gigantesca opera.

Giuseppe Penone, che ha basato la sua ricerca sul rapporto uomo-natura e ha varcato anche lui i musei più importanti tra i quali il Guggenheim Museum di New York, la Tate Modern di Londra, lo Stedelijk Museum di Amsterdam ecc. ha progettato un “teatro vegetale” con elementi dell’ambiente che delimitano uno spazio naturale. Il progetto per il Parco Nazionale del Pollino sarà un luogo con la funzione di teatro a forma di cerchio di 125 metri, al centro uno specchio d’acqua tra il pubblico e il palco. Protagonista la natura che diventa qualcosa di “utilizzabile” dall’uomo che ha la possibilità d’immergersi nei suoi elementi.

Carsten Höller èil creatore di momenti di partecipazione da parte del pubblico, un’arte vivente. Protagonista di molte rassegne internazionali, da Documenta a Manifesta, dalla Biennale di Venezia a quelle di Berlino e San Paolo in Brasile, ha scelto di portare nel Parco “RB Ride” una gigantesca giostra con 12 braccia per 24 persone. La giostra è su una collina e con un lentissimo movimento permette di osservare lo spettacolare panorama a perdita d’occhio.

ArtePollino UNALTROSUD è un progetto di sviluppo locale, inserito nel programma “Sensi contemporanei”che ha realizzato questa idea site-specific promossa dalla Regione Basilicata, dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, il Ministero dello Sviluppo Economico, dalla Fondazione La Biennale di Venezia. Il coordinatore Francesco Pesce, Dirigente dell’Ufficio Programmazione e Controllo di Gestione del Dipartimento di Presidenza della Giunta della Regione Basilicata, ha collaborato una commissione scientifica di altissimo livello: Mario Cristiani presidente del comitato e dell’Associazione Arte Continua, Vicente Todolì direttore della Tate Modern Gallery di Londra, Laura Barreca incaricata del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Caterina Seia responsabile di Unicredit & Art e molte altre personalità del luogo. La meraviglia dell’arte contemporanea è la sua apparente difficoltà nel comprenderla e invece ognuno di noi ha gli strumenti per rapportarsi in maniera istintiva e naturale, perché l’arte dell’oggi non richiede la conoscenza di nozioni o studio di fonti del passato, l’approccio dipende solo da una spontanea apertura mentale.

 

Rb-Ride@artepollino2009 (2)

Photo: Courtesy of ArtePollino

“RB-Ride” Carsten Höller – ArtePollino 2009 

Rb-Ride@artepollino2009

Photo: Courtesy of ArtePollino

“RB-Ride” Carsten Höller – ArtePollino 2009

kapoor_opera

Photo: Courtesy of ArtePollino

“Earth Cinema” Anish Kapoor – ArtePollino 2009

Earth Cinema@artepollino2009

Photo: Courtesy of ArtePollino

“Earth Cinema” Anish Kapoor – ArtePollino 2009 

-1

Photo: Courtesy of ArtePollino

“Teatro Vegetale”  Giuseppe Penone – ArtePollino 2009 (work in progress)

 

www.artepollino.it

 

 

Testo di Ilaria Bochicchio




Seguici su Instagram