Reverie | “C.U.M.” Confessione Unica Memoria

Reverie | “C.U.M.” Confessione Unica Memoria

Oggi su una collina alle porte di Vinci in località Ceoli, la giovane performer toscana Reverie presenta “C.U.M.”, Confessione Unica Memoria, con il patrocinio del Comune di Vinci e la collaborazione della Pro Loco Vinci.

Reverie, che vive e lavora a Milano ma originaria di Vinci, torna con questa performance nella sua città per rafforzare il legame con le proprie radici e creare un dialogo con gli abitanti.
Un antico confessionale accoglierà, dall’alba al tramonto, i concittadini dell’artista e chiunque vorrà far parte di questa esperienza.

Il titolo della performance C.U.M. gioca con la preposizione latina che diventa qui un acronimo in sintonia con il suo significato di unione e condivisione. Il desiderio dell’artista è quello di approfondire le proprie origini toscane. Reverie invita le persone a lasciare non tanto una confessione quanto piuttosto a partecipare a un’azione con un obbiettivo comune: raccogliere frammenti della coscienza e della memoria per far scaturire un nuovo dialogo.
Il “confessionale di Ceoli” vuole essere una conversazione, individuale tra l’artista e lo spettatore, toccando temi non religiosi, ma esclusivamente civili, quotidiani, di esperienze personali e comuni, del proprio vissuto anche in relazione a quel luogo.

Il pubblico sarà accolto da una lettera dell’artista e al termine del dialogo verrà donata una talea di rosa: i visitatori saranno liberi di piantarla ovunque preferiranno o di farne ciò che desiderano, donarla a loro volta o lasciarla nel confessionale.
Si potrà raggiungere il luogo prestabilito unicamente a piedi, è necessario infatti compiere realmente e coscienziosamente il breve percorso verso questo momento di “confessione” condivisa.

Da questa performance scaturiranno un video, una serie di ventiquattro foto e un’opera fisica di sintesi delle testimonianze.

C.U.M., Vinci in località Ceoli
Il colle di Ceoli si trova a meno di 1 km a sud-ovest dal centro di Vinci.
Il parcheggio dedicato è a 300 metri dal colle, alla rotonda di Via Collinare con la Strada Provinciale per Cerreto Guidi (SP 105).
Il luogo della performance è raggiungibile a piedi dal parcheggio.
Coordinate: 43.784598, 10.914701

Reverie, giovane artista visiva, dal 23 Maggio 2017 ha deciso di fare del suo nome anagrafico, in passato frainteso, anche il suo nome d’arte. Si va affermando come performer eclettica, dedicando all’Arte ogni suo momento, azione, e ogni rosa della sua vita. Toscana di origine, residente a Vinci, vive e lavora a Milano. Collabora anche a progetti di altri artisti perché interessata a interpretare il punto di vista altrui attraverso i più diversi linguaggi espressivi.
Ha cominciato il suo percorso sviluppando un’originale forma di azioni poetiche virtuali.
Da due anni, elabora progetti di performance per studiare l’interazione fra pubblico e opere, tra reale e virtuale, alla ricerca di una nuova forma di sensibilità.
Recenti performance pubbliche: “Tempo zero” (Fondazione Mudima, Milano), “Rinascimento ipersensibile” (Palazzo Strozzi, Firenze), “PourOntani” (Hotel Excelsior, Venezia Lido).
Da questi momenti performativi l’artista ha realizzato opere fisiche bidimensionali e tridimensionali e opere video.