Zona Martiska è un’opera immersiva in cui performer e pubblico si fondono in un’esperienza intima di esplorazione urbana.

Liberamente ispirata a Stalker di A.Tarkovskij, la performance diviene viaggio all’interno di architetture inesplorate o solitamente inaccessibili, in cui i performer diventano guide e accompagnano il pubblico attraverso una coreografia di danza contemporanea. Il pubblico diventa parte attiva dell’opera, che cambia in base a come visitatori e performer decidono di esplorare lo spazio: un sistema tecnologico interattivo mette in comunicazione performance, pubblico e architettura. I luoghi acquisiscono nuova voce e diventano, insieme ai visitatori, parte attiva nella co-creazione dell’opera stessa.

La prima assoluta di Zona Martiska è prevista a Torino il giorno 8 novembre (con repliche 9 e 10 novembre), guest performance all’interno dell’evento Welcome to the Machine, in un luogo assolutamente magico:  la Serra del Castello della Mandria della Venaria Reale di Torino che verrà riaperta proprio grazie a Zona Martiska.

Tre danzatrici esplorano lo spazio e il loro movimento si trasforma nel tappeto sonoro della performance in continuo mutamento. La tecnologia diviene così lo strumento “investigativo” al servizio delle performer, macchine iper-umane che danno vita a suono e danza in un solo gesto.

Zona Martiska ha l’ambizione di diventare un modello innovativo di valorizzazione del patrimonio architettonico urbano. La commistione tra arte performativa e nuove tecnologie è finalizzata a promuovere un’indagine sensoriale, attraverso l’intensificazione della percezione nella scoperta di uno spazio fisico, mentale e artistico.

Zona Martiska si sviluppa a partire da dicembre 2018 quando vince il bando ORA!X Strade per creativi under 30 promosso dalla Compagnia di San Paolo. Tra marzo, aprile e maggio 2019 vengono realizzati due workshop a carattere residenziale il team Zona Martiska, la coreografa Simona Deaconescu e le tre performer presso la Lavanderia a Vapore di Collegno, grazie al supporto di Fondazione Piemonte dal Vivo. A fine maggio, la prima importante verifica del progetto: 80 operatori del settore prendono parte al testing tecnologico del sistema di Zona Martiska nella cornice del Festival Interplay 2019.

COLLETTIVO ZONA MARTISKA

Zona Martiska è presentata da un collettivo informale e multidisciplinare di professionisti nei campi della progettazione, delle arti visive e performative, del sound e dell’interaction design, nelle figure di Chiara Borghi (project manager), Denise Aimar, Gianluca Bargis, Mattia Fusaro, Luca Giacolini, Antonella Zeverino. Il nucleo fondante trova supporto e mentorship nell’associazione COORPI, che da anni esplora nuove modalità di comunicazione attraverso progetti multidisciplinari che uniscono linguaggi performativi, visivi, sonori e digitali, alle storie delle persone e le loro emozioni.

SIMONA DEACONESCU, coreografa riconosciuta a livello internazionale per performance di danza basate sulle più recenti ricerche nel campo della scienza cognitiva e delle filosofie del futuro, fondatrice di Tangaj Collective, una compagnia di danza indipendente che sviluppa progetti innovativi nel campo della performance e della video arte, all’intersezione tra arte e scienza.

Zona Martiska
Serra del Castello della Mandria, Viale Carlo Emanuele II, 256, 10078 Venaria Reale TO
Orari: Ven 8/11 ore 20.30 – Sab 9/11 ore 17 e 20.30  – Dome 10/11 ore 17 e 20.30

https://www.facebook.com/zona.martiska

 

 

Tag

Zona Martiska